Categories

ERASMUS BLOG

 Gennaio 2019 CORDOVA

 

Mi trovo in Spagna, precisamente a Cordova.

 

Il 1 Gennaio sono arrivata ed il 4 ho cominciato il mio Erasmus+ Interniship presso

l’ Academia AHOY. Resterò a fare l’insegnante d’inglese fino a luglio, in tutto saranno 6 mesi.

 

Nonostante abbia preferito anticiparmi per potermi organizzare al meglio, ho avuto qualche difficoltà a trovare casa. Quella prenotata dall’Italia per la prima settimana (ovvero una stanza condivisa) era veramente sporca ed impraticabile. Dopo tre giorni di ricerche intense ho trovato un’ottima sistemazione, vicina all’Accademia e ad un prezzo accessibile.

 

Risolta la questione casa, con tutte “le fianze”, caparre, cauzioni ..etc., di cui non avevo idea, prende forma la mia esperienza presso l’istituto ospitante. Faccio circa

34/ 40 h settimanali (da lunedi a venerdì) tra l’insegnamento reale delle lingue e i compiti restanti. Tutte le mattine organizziamo principalmente il lavoro che svolgeremo in

classe nel pomeriggio. E’ una realtà innovativa per l’apprendimento della lingua Inglese, ed io seguo ragazze anche per la lingua Francese.

 

I miei compiti principali sono: insegnare la lingua inglese a gruppi di bambini, ragazzi e adulti, preparare risorse, aiutare e valutare i progressi degli studenti, organizzare attività aggiuntive quali sessioni di gioco, workshop, ecc., partecipare alle sessioni di formazione, alle riunioni del personale e scrivere rapporti giornalieri delle attività svolte con gli studenti.

 

Ho fatto inizialmente affiancamento con mie colleghe per capire come approcciare con una classe, come gestirla in modo differente a seconda del livello della lingua e soprattutto dell’età degli studenti.

 

Mi hanno affidato quasi subito l’insegnamento individuale e non pensavo sarebbe stato così faticoso ma allo stesso tempo anche soddisfacente.

 

Ogni giorno c’è una sfida diversa da affrontare ed io mi sto impegnando affinché possa seguire gli studenti nel giusto modo.

 

Durante questo mese ho avuto l’opportunità di conoscere nuove culture e persone provenienti da tutto il mondo. Ho trovato un sistema di insegnamento diverso da quello italiano e colleghi davvero speciali, con i quali ho avuto la possibilità di visitare un’altra città relativamente vicina a Cordova come Malaga.

 

L’Erasmus mi farà crescere sotto molti punti di vista ed è un’ottima occasione anche per imparare a gestire i propri soldi. Ti trovi catapultato nel mondo degli adulti con tutte le responsabilità della gestione di casa e lavoro. Sicuramente ci si rende conto che per sbrigarsela bisogna fare affidamento in primis, su noi stessi.

 

L’Italia mi è mancata un po’ all’inizio e a dir la verità la Spagna è molto simile quindi ci si abitua velocemente. Il resto l’ha fatto Cordoba, è una città dove si vive davvero bene. Chiaramente mi manca la famiglia, ma siamo sempre in contatto!

Saluti

Giulia