CONVEGNO DI STUDI INTERNAZIONALE

CONVEGNO DI STUDI INTERNAZIONALE

“L’economia come discorso.
L’Unione Europea come spazio comune di un (possibile) riconoscimento collettivo”

NAPOLI 23-24 novembre 2017

L’intento principa le delle giornate di studio è dare inizio a una riflessione interdisciplinare sul rapporto tra linguistica ed economia, individuandone i presupposti teorici nelle economie del dono (Mauss) e nell’etica della traduzione e dell’ospitalità (Ricoeur).
Lo studio congiunto di linguistica ed economia diventa oggi sempre più necessario e stimolante, dal momento che il mercato, in particolare il mercato europeo, rende sempre più evidente la propria dimensione di spazio culturale e dialogico: diverse pratiche discorsive, molteplici categorizzazioni lessicali, strumenti avanzati di comunicazione possono definire i modi e le possibilità di successo o fallimento delle negoziazioni economico-finanziarie.
Economia come discorso, quindi, equivale al problema di individuare i legami e le interazioni tra gruppi rappresentati da soggetti singoli che agiscono a vantaggio di interessi diversi. Tali rapporti di potere sono principalmente realizzati, negoziati o ristrutturati attraverso pratiche discorsive (Fairclough), i cui effetti danno vita a spazi semiotici al cui interno si realizzano armonie o fratture.
L’Unione Europea può essere concepita come uno di tali spazi, al cui interno attori politici, sociali ed economici dovrebbero interagire per raggiungere un equilibrio tra spinte e pressioni opposte che condividono (almeno sulla carta) l’aspirazione al benessere della “casa” comune.
Da questo punto di vista, l’economia appare radicata nel discorso e, pertanto, può essere studiata come sistema semiotico. Sia il discorso sia l’economia condividono l’esigenza di tenere insieme una dimensione interna, strutturale e sintagmatica, con una dimensione esterna, contestuale e paradigmatica.
L’economia si fonda e si dispiega attraverso il discorso giacché i suoi obiettivi e i suoi spazi di legittimazione sono spesso (non sempre) costruiti attraverso regimi retorici che possono condurre a (parziali) accordi, compromessi, egemonie.

CONVENTION OF INTERNATIONAL STUDIES
“Economics as discourse.
The E uropean Union as a common space of (possible) mutual understanding”
NAPOLI 23-24 Novem ber, 2017
The main aim of this conference is to launch an interdisciplinary cooperation between linguistics and economics, whose main assumptions are grounded in the economy of the gift (Mauss) and the ethical dimension of translation and hospitality (Ricoeur).
Today, an interdisciplinary study between linguistics and economics is more and more crucial and challenging, as the market, in particular the European market, reveals its cultural and dialogic dimension: different discourse practices, multiple lexical categorizations, advanced means of communication may define the ways in which economic/financial negotiations take place, succeed or fail.
Economics as discourse, therefore, means being able to detect the links and interactions between communities represented by individual subjects acting on behalf of different interests. These power relations are mainly enacted, negotiated or restructured through discourse (Fairclough), resulting into semiotic spaces where either an agreement or a breach is achieved.
European Union can be intended as one of these spaces, where political, social and economic players are supposed to interact and reach a balance between opposed pressures, (possibly) sharing the ideal concern for the wellbeing of the common ‘home’.
From this angle, economics is based on discourse and, as such, can be investigated as a semiotic system. Both discourse and economics share the need to keep together and adjust an internal structural/syntagmatic dimension with appropriate paradigmatic/contextual parameters.

Comitato scientifico /Scientific board
Federico Alvino – Prorettore Università “Parthenope” Napoli
Marco Castagna – Docente IUM Academy School Napoli
Paolo Donadio – Docente Università “Federico II” Napoli
Daniela Natale – IDocente UM Academy School Napoli
Ugo Maria Olivieri – Docente Università “Federico II” Napoli Eduardo Maria Piccirilli -Presidente IUM Academy School Napoli Antonio Pamies Bertrán – Segretario Dipart. Università di Granada Susan Petrilli – Docente Università di Bari “Aldo Moro”
Augusto Ponzio – Docente Università di Bari “ Aldo Moro”
Antonio Felice Uricchio- Rettore Università di Bari “Aldo Moro”

La conferenza è promossa da / Conference promoted by :
Associazione “A Piene Mani”, Napoli
IUM – Academy School, Napoli
Università di Napoli Federico II
Università di Bari Aldo Moro
Università di Granada
Università di Napoli Parthenope

Termine iscrizione relatori: 20/09/2017
Speakers Registration Deadline: 20/09/2017

Termine invio Abstract: 20/10/2017

Abstract submission term: 20/10/2017

Scarica la locandina